Il lago di Anterselva in passato residenza estiva dell’ On. Enrico Mattei

0

Fino al 1806 il lago di Anterselva fu di proprietà del vescovato di Bressanone, e passò in proprietà privata con la secolarizzazione. Nel 1896 fu acquistato dall’ albergatore Told di Monguelfo, che nel 1898 costui una locanda sulle sue rive ombreggiate. Nel 1908 l’edificio fu ampliato. alla fine della seconda Guerra Mondiale per breve tempo l’ albergo fu occupato dalle truppe americane, e quando queste si ritirarono, al lago arrivarono le “truppe di Badoglio”. Quando infine anche gli ultimi soldati abbandonarono l’ albergo, lasciarono indietro un edificio seriamente danneggiato che dovette essere venduto. Il nuovo proprietario, l’ on. Enrico Mattei, enl corso dei lavori di restauro fece realizzare anche un’ oasi faunistica sulla riva occidentale del lago. Accanto alle specie locali, vi si poteva ammirare una coppia di procioni, regalo dello scià di Persia, buon amico del presidente dell’ ENI. Il lago di Anterselva aveva conquistato il cuore del “re del petrolio” d’ Italia, che lo considerava un’ oasi di pace. Nei fine settimana era sempre felice di poter volare verso nord, per passare il suo poco tempo liebero nella quiete delee montagne. Gli abitanti di Anterselva devono molto a questo ” uomo semplice con un cuore grande” come è stato definito da un quotidiano italiano.

 

Lascia un Commento


Nome*

Email (obbligatoria)*

Website

Suo commento*

Invia commento

© Copyright Hotel Messnerwirt